DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

Presso la struttura si possono eseguire i seguenti esami di SENOLOGIA:

- Visita Senologica
- Mammografia 3D Tomosintesi
- Ecotomografia con Elastosonografia

Ogni anno in Italia sono diagnosticati oltre 47000 nuovi casi di tumore alla mammella (dati AIRTUM AIOM 2016) che rappresenta il 29% di tutte le nuove diagnosi tumorali ed è la neoplasia in assoluto più frequente nel sesso femminile in ogni fascia d'età. In base ai tassi di incidenza età specifici è possibile stimare il rischio cumulativo,ovvero la probabilità teorica di sviluppare un tumore della mammella nel corso della vita; tale rischio corrisponde a un caso di tumore della mammella ogni otto donne nel corso della vita.

La mammografia è l'esame di prevenzione fondamentale per la diagnosi precoce di questa neoplasia ed è rivolta alle donne a partire dai 37 anni di età, dai 35 anni nelle donne con familiarità positiva.
In particolare, è l'indagine gold standard nel rilevamento delle lesioni in fase preclinica, cioè quando ancora la neoplasia non è palpabile ed è pertanto trattabile con modalità conservative, meno devastanti dal punto di vista psico- fisico, riducendo pertanto globalmente la mortalità.

Il mammografo digitale con tomosintesi o mammografia 3D (DBT Digital Breast Tomosyntesis) rappresenta una evoluzione tecnologica della mammografia tradizionale; la tecnica di esecuzione é quella della mammografia tradizionale, ovvero si effettuano quattro proiezioni (due per mammella) con lo stesso tempo di esposizione ed erogando livelli di dose radiante comparabili a quelli di una mammografia tradizionale; il sistema acquisisce multiple immagini bidimensionali a bassa dose mentre il tubo radiogeno ruota su un definito angolo intorno alla mammella compressa. Dalla ricostruzione, mediante un algoritmo, si ottengono immagini a strato sottile, mediamente di 1 mm che consentono una ricostruzione tridimensionale della mammella.

Questo studio dettagliato dalla molteplici strati che scompongono la complessità strutturale dell'organo. La rivoluzione di questa tecnica è pertanto la possibilità di studiare la mammella anche nella terza dimensione (la profondità), superando il problema della sovrapposizione delle strutture che la costituiscono.

Questo aspetto è di cruciale importanza nei seni "densi", cioè nelle mammelle in cui prevale nettamente la componente ghiandolare rispetto a quella adiposa, in cui la mammografia tradizionale perde di sensibilità e accuratezza diagnostica nei confronti di lesioni tumorali che potrebbero essere mascherate dalla complessità strutturale di base.

L'esame mammografico annuale va abbinato alla esecuzione della ecografia mammaria e alla visita senologica per aumentare il tasso di accuratezza diagnostica a vantaggio di diagnosi sempre più precoci e outcome più favorevoli in termini di qualità della vita e sopravvivenza.

RADIOLOGIA DIGITALE

ECOTOMOGRAFIA

ECOCOLORDOPPLER

TAC