PET-CT

PET /CT

Cosa è
la
PET/CT


Caratteristiche
della
PET/CT

La PET-CT (Tomoscintigrafia ad Emissione di Positroni) è una metodica di Medicina Nucleare e rappresenta oggi l’indagine più innovativa nella diagnostica per immagini in campo oncologico, cardiologico e neurologico, in grado di offrire un miglior inquadramento diagnostico e quindi una migliore scelta terapeutica.

Lo strumento per acquisire le immagini è il Tomografo PET, apparecchiatura che permette di rilevare la radioattività emessa da un radiofarmaco positrone emittente somministrato al paziente per via endovenosa.

Le rivelazioni così ottenute vengono poi elaborate permettendo la ricostruzione delle immagini tomografiche relative alla distribuzione del radiofarmaco all’interno dell’organismo (imaging funzionale).

La PET-CT Discovery HD presente nel nostro Istituto è un sistema integrato di ultima generazione, la prima serie HD (alta definizione) consegnata in Europa dal Centro di Ricerche di Milwaukee (USA) della General Electric, con un sistema “slim concept” notevolmente compatto e ridotto di dimensioni, a tutto vantaggio del comfort e privo di controindicazioni anche per i pazienti claustrofobici. Il tomografo è, inoltre, corredato da sistemi di elaborazione di ultima generazione, che consentono di esaminare e refertare immagini ottenute in 3D e di confrontarle con indagini di Risonanza Magnetica dello stesso paziente grazie ad appositi software (fusion PET/MR).

I sistemi diagnostici PET-CT di ultima generazione sono il punto di incontro della ricerca applicata in numerosi campi. Nuovi materiali dei sistemi di rivelazione delle radiazioni dei tomografi PET, sviluppo di sistemi elettronici capaci di misurare tempi infinitesimali, sviluppo di sistemi informatici con enormi capacità di calcolo, nuovi algoritmi di ricostruzione di immagini, sviluppo di nuovi detettori CT, sono solo alcune delle innovazioni utilizzate nei tomografi PET-CT di ultima generazione.

Il tutto permette di ridurre drasticamente i tempi di esecuzione dell’esame a circa 15 minuti per un total-body e a 5 minuti per una scansione cerebrale. Queste caratteristiche non solo determinano un migliore comfort per il paziente nell’esecuzione della procedura diagnostica, ma riducono drasticamente gli artefatti da movimento e la quantità di radiofarmaco da somministrare al paziente ottenendo immagini con migliore risoluzione rispetto ai tomografi in uso in precedenza, con un netto miglioramento dell’accuratezza diagnostica. La camera di preparazione dei radiofarmaci è provvista di celle di manipolazione e calibrazione Comecer interamente automatizzate di classe A, per garantire la massima sterilità.


Modalità di esecuzione dell'esame

  • Essere a digiuno da almeno sei ore, il giorno prima seguire una dieta povera di carboidrati, altamente proteica.
  • Bere solo acqua non zuccherata.
  • Se il paziente è diabetico il digiuno sarà dalle ore 22 della sera precedente, dovrà aumentare l’assunzione di acqua e non eseguire la terapia insulinica o antiglicemizzanti orali per quel periodo di tempo.
  • Si può assumere la restante terapia medica abituale.
  • Astenersi da ogni attività fisica intensa nelle ore precedenti l'esame.
  • Portare in visione tutta la documentazione sanitaria relativa alla patologia per cui si effettua l'esame ed una bottiglia di acqua.

Per qualsiasi dubbio, contattare telefonicamente il nostro Centro al numero 0832-612120 o inviare una e-mail a info@istitutooncologicosalentino.it oppure info@medicinanucleare.net
  • Diagnosi precoce di un tumore mediante caratterizzazione metabolica di una lesione dubbia individuata con altre metodiche diagnostiche.
  • Valutazione dell'eventuale diffusione di una neoplasia nel corpo.
  • Valutazione dell'efficacia di una terapia oncologica.
  • Monitoraggio dell'eventuale ricomparsa del tumore dopo la terapia.
  • Valutazione della vitalità miocardica e quindi del beneficio che i pazienti con malattia coronarica e disfunzioni ventricolare possono ottenere sottoponendosi a by-pass o angioplastica.
  • Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e diagnosi differenziale con altri tipi di malattie neurodegenerative.
Controindicazione assoluta:
  • Gravidanza accertata o presunta.

Controindicazione relativa:
  • Allattamento
  • Glicemia superiore a 160 mg/dl
  • Trattamenti radioterapici e/o chirurgici da meno di due mesi e trattamenti chemioterapici da meno di un mese.
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce2
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce1
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce3
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce5
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce8
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce9
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce11
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce10
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce16
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce6
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce17
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce15
PET-CT-istituto-oncologico-salentino-calabrese-lecce13

Prestazioni eseguite

PET-CT globale corporea con 18F-FDG

PET-CT globale corporea con 18F-FLUORCOLINA

PET-CT cerebrale con studio quantitativo

PET-CT radioisotopi del rame

PET-CT CEREBRALE CON FLUTEMETAMOLO (studio delle placche β amiolide)